Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.

EracleaViva 2016, Manifestazione Culturale a cura di Fraterraecielo
“La Vita sta lì, ad un passo dal salto che non facciamo”

ozio_gallery_jgallery

Il Centro di Aiuto alla Vita Mangiagalli è nato nell’autunno del 1984 per essere al servizio della maternità difficile. Il nostro è un “lavoro” di professionisti per la Vita; siamo infatti consulenti familiari, psicologi, educatori professionali e assistenti sociali. Con chi si rivolge a noi cerchiamo di stabilire una relazione di aiuto che offre un “contenimento” di tipo psicologico e aiuti molto concreti per la mamma che farà nascere il suo bambino: colloqui mensili di sostegno psicologico, corso di preparazione alla nascita, alimenti di prima necessità, corredino e attrezzature per il neonato, pannolini fino all’anno del bambino. Il nostro è un metodo di counseling umanistico-esistenziale che mette al centro della relazione la persona che chiede di essere ascoltata. Gli operatori lavorano in equipe condividendo i progetti di aiuto. In questi anni sono nati più di 15.000 bambini che costituiscono la nostra gioia. Ventotto anni fa ho deciso di fondare il Centro di Aiuto alla Vita direttamente all’interno della clinica Luigi Mangiagalli sede della prima e seconda cattedra universitaria di ostetricia e ginecologia per essere vicina alle donne in difficoltà per una gravidanza nel luogo dove si recano per interromperla. Ho 69 anni, sono sposata da 47, ho due figli fatti da me e un’altra che mi è stata affidata, ci sono anche 4 nipotini: Francesco, Matilde, Martino e Gabriele. Sono consulente familiare e svolgo i colloqui con le donne al primo trimestre di gravidanza, quello in cui è tanto facile poterla interrompere. Essendo anche il direttore del CAV vivo tutte le preoccupazioni per poter continuare questa opera che ogni anno costa 1.500.000 di euro circa.Nel biennio 1977-1979 ha svolto le funzioni di educatore e accompagnatore dei teologi (III-IV-V teologia) presso il Seminario Arcivescovile Maggiore; conseguita la Licenza, ha iniziato nel 1979 l’insegnamento presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, sezione del Seminario Arcivescovile di Genova; in pari tempo (1979) veniva nominato viceparroco in una parrocchia del centro cittadino, incarico che ha conservato fino al 1988; nel 1981 ha conseguito il dottorato in teologia dogmatica; nel 1986 ha iniziato la docenza presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose Ligure, dapprima come insegnante di teologia dogmatica fondamentale, in seguito anche come docente di teologia sacramentaria; dal 1994 al 2007 è stato preside del medesimo Istituto; dall’anno accademico 1989 al 2007 è stato docente presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, sezione del Seminario di Genova, di cristologia, antropologia, sacramentaria (Eucaristia, penitenza, ordine); dal 1990 al 2007 è stato assistente diocesano del MEIC e ha diretto il Centro Studi Didascaleion (corsi annuali monografici di filosofia, teologia e spiritualità, rivolti soprattutto ai laici). Terminato il ministero di viceparroco, ha svolto dal 1990 al 2007 quello di Cappellano della Clinica Villa Serena, al servizio dei degenti e della Comunità delle suore impegnate in tale struttura; insieme a questo ministero, la domenica ha svolto quello di aiuto pastorale in una grande parrocchia del centro cittadino; dal 1995 al 2007 è stato presidente della Commissione Diocesana per i problemi pastorali dei movimenti religiosi alternativi e delle sette; dal 1996 al 2007 è stato direttore dell’Ufficio Diocesano per la Cultura e l’Università e cooptato nel Consiglio Presbiterale Diocesano come membro di nomina arcivescovile; nel 2001 è stato eletto nel Consiglio Presbiterale Diocesano e dall’Arcivescovo è stato annoverato tra i Consultori Diocesani; dal 2002 al 2007 è stato docente di storia della teologia presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, sezione del Seminario di Genova. Dal 2003 è Consultore della Congregazione Vaticana per il Clero. Dal 2004 al 2007 è stato canonico effettivo del Capitolo della Chiesa Metropolitana (Cattedrale di San Lorenzo). Il 6 dicembre 2007 è stato eletto alla sede vescovile della Spezia-Sarzana-Brugnato, ed ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 3 febbraio 2008, nella Cattedrale di Genova, dal Cardinale Arcivescovo Angelo Bagnasco. Il 1° marzo dello stesso anno ha preso canonico possesso della diocesi. Il 23 aprile 2010 è stato nominato – con decreto del presidente della Cei Cardinale Angelo Bagnasco – presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Comunicazione e Cultura (incarico che ha mantenuto fino al 2013). Il Santo Padre Benedetto XVI lo ha nominato Patriarca di Venezia il 31 gennaio 2012 e il 25 marzo 2012 ha iniziato il ministero episcopale nel Patriarcato. Nel maggio dello stesso anno viene eletto Presidente della Conferenza Episcopale Triveneto. Nel 2012 ha partecipato, come padre sinodale, alla XIII Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei Vescovi sulla nuova evangelizzazione. E’ attualmente membro del Consiglio internazionale per la Catechesi e membro del Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana.

DOVE SIAMO